close
Cattivo odore (Bromidosi) | PODOLOGO Dott.ssa Kassandra Nicolosi
Cattivo odore (Bromidosi)

Cattivo odore (Bromidosi)

Spread the love

Il cattivo odore dei piedi (bromidosi)  è sicuramente la problematica più sottovalutata ma che causa un grosso disagio nel paziente che talvolta rinuncia a frequentare luoghi pubblici o in generale a scoprire i piedi in pubblico. Si è portati a pensare che il cattivo odore dei piedi sia qualcosa di “caratteristico” del piede stesso, normale, inevitabile, ma in realtà è sintomo di un malessere del piede. Tale malessere può avere molteplici cause,  molto spesso è legato a cattive abitudini, quale scarsa igiene od utilizzo di scarpe inappropiate che favoriscono una eccessiva sudorazione del piede e lo mantengono umido. Quando la bromidosi non è semplicemte legata a scarsa igiene e cattive abitudini, le cause vanno meglio ricercate, ad esempio un’ eccessiva sudorazione del piede può essere ricondotta ad uno stato ansioso o ad uno stato di malessere del piede ( quando c’è dolore il piede temde a sudare di più). In linea generale il cattivo odore è causato  dalla presenza di batteri o infezioni funginee, il sudore è in realtà privo di odore in origine, diventa maleodorante a contatto con i batteri presenti nell’aria o negli ambienti che lo contengono (scarpe, calze ecc.) Batteri e spore funginee proliferano quando si  trovano in un ambiente a loro favorevole come è tipicamente quello umido che si forma all’interno della scarpa, per questo dopo attività sportive o semplice movimento il piede tende ad emanare cattivo odore, in quanto il sudore crea l’ambiente umido che favorisce la proliferazione batterica.

In questo caso talvolta è sufficiente l’utilizzo di calzini appropiati (preferire il cotone ed evitare fibre sintetiche e spugna)  o/e calzature traspiranti per risolvere il problema ma spesso è necessario rivolgersi ad uno specialista podologo.

Il cattivo odore può anche segnalare la presenza di micosi delle unghie e/o della pelle (piede d’atleta)

In ogni caso è importante riconoscerne la causa ed intervenire per il proprio benessere psicofisico rivolgendosi al podologo od a uno specialista dermatologo.